Photo Contest #1: conclusioni!

Buona domenica a tutti!
Passo per avvisare tutti i partecipanti del contest che per motivi di tempo e di organizzazioni vari, trovate il post relativo alla premiazione del primo Photo Contest sul blog di Yvaine, cliccando qui.
Complimentissimi al vincitore e tanti complimenti anche a tutti gli altri, avremmo voluto premiare qualcuno in più, ma le regole sono regole! 
Colgo l’occasione per avvisarvi ancora una volta che questa settimana non sarò presente sul blog, almeno fino a giovedì, perchè la vostra Mirial parte. Se farò qualche foto degna di essere pubblicata, al mio ritorno rinnoverò la sezione “Scatti fotografici” del blog, tanto per rimanere in tema con il contest appena concluso =)
Ciao a tutti e buonissima settimana!

Photo contest # 1: chiusura

Eh già, amici!
Alle 23.59 di ieri si è concluso anche questo contest sulla fotografia e ora si dà inizio al conto alla rovescia per i giorni dedicati alle premiazioni, che ci porteranno a comunicarvelo il 27 luglio.
Ricapitolando, ci sono pervenuti i lavori di

Enrico
Alice
Veronica
Quarzonero
Riel
Bella

Ci dispiace per chi è stato escluso dal contest, ma le regole sono regole!
Invece ringrazio moltissimo chi ce le ha consegnate e per averci seguito anche in questo contest un po’ sgangherato per tutti >_>

Allora vi diamo l’appuntamento al 27 luglio per le premiazioni!!!

 Buona fortuna a tutti!! ^^

Photo contest # 1: avviso

Eccoci qui, martedì 24 luglio, data di scadenza per inviarci i vostri lavori del contest di photo.. ehm, fotografia! ^^
E purtroppo devo dire che ci mancano all’appello la maggior parte dei partecipanti e qualche conferma da chi le ha già inviate 😦
Di certo non ve ne facciamo una colpa, dato che anche noi non siamo state molto precise e presenti in questo mese, ma ormai è andata così..
Ricapitolando la situazione… :

Veronica
Daniel 
Sognatrici tra i libri

devono CONFERMARE le loro foto o inviarci quelle originali, mentre 

Enrico
Dafne
Alice
Sibilla
Quarzonero

devono INVIARE le loro foto

Tutto questo entro e non oltre le ore 23.59 di oggi.

Non dimenticate la frase da allegare alla foto, di inviarci anche la foto originale in caso l’abbiate modificata e soprattutto di non inviarcene più di una perché non possiamo sceglierla noi. 

Detto questo vi salutiamo, sperando che riusciate a farcela in tempo.
A presto!

Il Gufo Postino # 7

Bentornati sul blog!
Eccomi qui, con una nuovissima puntata di questa rubrica, dedicata alle new entry della mia libreria. Questo post doveva essere pubblicato la settimana scorsa, ma purtroppo, non avendo la connessione internet, non ho potuto provvedere. Per chi ancora non conoscesse questa rubrica, ecco di cosa si tratta: il Gufo Postino altro non è che la mi versione personalizzata della rubrica meglio conosciuta come “In my mailbox”. Consiste nel presentare i libri acquistati, regalati, prestati o ricevuti…. per rendere più accattivante la presentazione, io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo pensato di lasciarvi, insieme alla trama, anche l’incipit dei libri in questione, di modo da darvi un piccolo assaggino ^^ La rubrica verrà postata da me il giovedì, ovviamente i giovedì in cui il Gufo Postino mi avrà mandato qualcosa =)
Si sono dunque aggiunti alla mia libreria:

Trama:
Fairy Oak è un villaggio di pietra, antico e incantato, sperduto tra le pieghe di un tempo immortale e cresciuto intorno a una quercia fatata, da cui ha preso il nome. E’ l’unico luogo dove umani e creature magiche vivono in perfetta armonia, tanto che è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo, che ormai nessuno fa caso alle reciproche stranezze, e tutti si somigliano un po’. Solo le fate sono diverse: piccole, come il palmo di un bambino, e luminose, vengono chiamate dai Magici per badare ai bambini, ed è proprio una di loro a raccontarci questa storia. Feli è la fatina a cui è affidato il diffìcile compito di proteggere le streghe gemelle Vaniglia e Pervinca, nate con opposti poteri e insieme simbolo vivente di un’eterna alleanza, quella fra Luce e Buio, che un terribile nemico è deciso a spezzare. Per governare nell’oscurità, il Signore del Buio sa che deve rompere il legame che unisce le sorelle, e su di loro cala la sua scure. Scopre così che le ragazze non sono sole nella battaglia, intorno a Vaniglia e Pervinca, a fare da scudo e da arco, ci sono i loro amici, e un piccolo popolo, ardito e coraggioso, deciso a salvare il proprio magnifico mondo…
 
Incipit:
Quando giunsi a Fairy Oak, le bambine stavano per nascere. avevo fatto un luuungo viaggio e attraversato molti regni magici per raggiungere il villaggio della Quercia Fatata. Le mie ali erano stanche, ma l’emozione mi impediva di fermarne il tremore: si capisce, era la mia prima esperienza di lavoro!
– Buon giorno. Mi chiamo Sefeliceiosaròdirvelovorrò e sono la fata baby-sitter che avete chiesto al Gran Consiglio!- dissi all’anziana signora che si era affacciata alla porta.
 
Trama:
Torino è realmente attraversata da una fitta rete di gallerie e cunicoli? Oltre alla ben nota struttura difensiva che si dirama dalla Cittadella e che ancora oggi è testimonianza imperitura del sacrificio di Pietro Micca, quali e quante altre “strade” sotterranee si celano sotto la superficie urbana? E’ vero che Palazzo Madama e Rivoli erano collegate da una lunga galleria? E ancora: come erano costruite le antiche ghiacciaie di Porta Palazzo? E il ghetto ebraico, aveva dei sotterranei? Perchè Bersezio ambientò alcune sue opere nei sotterranei cittadini? Qualcuno dice che, sotto Torino, vi siano i resti di una misteriosa città… A questa e a tante altre domande ed ipotesi si cerca di dare una risposta con questo libro. Un testo ricco dei contributi di numerosi studiosi. Un libro scientifico che si legge come un romanzo, che ci guida nell’oscurità del sottosuolo dove la storia ha lasciato tracce flebili, ma indelebili. 

Incipit:
“Un magico respiro percorre le epoche, simile alle correnti sotterranee che fresche, vigorose e sempre deste erompono da buie caverne; nel petto si svegliano voci di spiriti, e parlano con il passato in un lieve sussurro; accennando mute parole, le generazioni si alternano sopra e sotto la terra, le massime lontananze ora non sono più sperdute, e le epoche sono immportali come il tempo…”.
 


 

Photo Contest # 1: avvisi importante a tutti partecipanti

Buon pomeriggio a tutti, carissimi partecipanti del contest!
Che succede? Ve lo spiego subito… Io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo avuto un po’ di problemi questo mese e per diversi motivi abbiamo deciso di prolungare il termine ultimo della consegna delle vostre foto. Avreste dovuto consegnare i vostri lavori entro e non oltre le ore 23:59 di oggi, 18 luglio, ma siccome abbiamo avuto alcuni disguidi, avrete tempo ancora una settimana.
Dovrete consegnare i lavori entro e non oltre le ore 23:59 del giorno 24 luglio. Questo perchè? Be’, per dare più tempo a voi di organizzarvi in base a una nuova, piccola regola e per dare tempo a noi di riprendere il ritmo. Siamo state entrambe senza connessione internet per una settimana e i giorni a venire non saranno esattamente tutti rose e fiori, gli impegni personali sono sempre dietro l’angolo purtroppo, per cui tra una cosa e un’altra non riusciremo a pubblicare a breve il post conclusivo del contest. 
Ma veniamo alla regola di cui vi parlavo poco sopra. Di che si tratta?
Alcuni di voi in questi giorni ci hanno chiesto se era possibile modificare le foto al computer. Inizialmente avevamo optato per accettare solo foto non modificate, ma siccome non siamo tutti dei grandi fotografi, siccome non tutti hanno a disposizione macchine fotografiche che possono permettere le realizzazioni di grandi fotografie,e sempre siccome siamo nel 2012 e la fotografia oggi è anche ritocco, abbiamo deciso di darvi la possibilità di modificare i vostri scatti, ma ad una condizione. Oltre alla foto definitiva, quella modificata intendo, dovreste inviarci anche quella originale in modo da permetterci di vedere quali cambiamenti avete deciso di apportare alla vostra foto e per assicurarci che non avete stravolto l’immagine. 
Un’altro piccolo appunto: NON inviateci due, tre, quattro foto diverse! Se avete fatto cinque scatti alle nuvole non dovete inviarceli tutti e cinque, decidete UNA sola foto e lavorate su quella, altrimenti diventerebbe un lavoro troppo lungo per noi quello di scegliere quale foto far partecipare e quale scartare, senza contare che dovete avere tutti le stesse possibilità: una persona che invia due, tre, quattro foto ha molte più probabilità di vincere il contest con uno di quegli scatti rispetto a un partecipante che ne invia solo uno.
Tutto chiaro? Io spero tanto di sì, e spero che non sia un problema per voi questo piccolo cambiamento!
Detto questo, vi chiediamo perdono per i vari disguidi ma purtroppo non dipende da noi =(
Vi diamo appuntamento alla prossima settimana dunque ^^

Teaser Tuesday # 29: "Fairy Oak – la trilogia completa" di Elisabetta Gnone

Buona giornata a tutti, carissimi lettori, e bentornati sul blog ^^
Oggi è il giorno della rubrica Teaser Tuesday, dedicata ai libri in lettura.Come avrete notato, ultimamente non sono riuscita ad occuparmi molto della lettura purtroppo e, di conseguenza non ho potuto pubblicare più i post relativi a questa rubrica. Finalmente però ho finito il libro che stavo leggendo prima e sono riuscita ad iniziarne uno nuovo =)
Prima di cominciare, riporto come sempre gli ingredienti di questa rubrica:


– il libro che stai leggendo
– una pagina aperta a caso
– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
– rivelare autore e titolo del libro



Eccovi dunque il brano di questa settimana!

Quando finalmente le bambine imboccarono il corridoio, sentii le mie ali fremere per l’emozione. Cosa avrebbero detto della Stanza degli Incantesimi? Sarebbe stata come loro l’avevano immaginata tante volte? Avrebbero capito?
Ci addentrammo nel buio e Vaniglia cominciò a tremare.
– Zia Temelilla, potresti accendere una luce, per favore? – chiese con un filo di voce.
– Sssst… guarda… – rispose lei.
… Diciassette… diciotto… diciannove… Al ventesimo passo, il segreto del corridoio si svelò davanti ai loro occhi.
– Oooooh… – esclamarono in coro le bambine.
Abbagliate dallo spettacolo dei lumini, dimenticarono ogni timore e avanzarono trotterellando verso la Stanza.


(pag. 135)

Recensione: "Il mistero dei libri perduti" di Miriam Mastrovito

Salve a tutti!
Come non detto, non sono riuscita a mantenere le mie promesse… non sono riuscita ad essere presente sul blog neppure questa settimana perchè ultimamente gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo! Sono stata senza computer e senza internet per una settimana intera purtroppo, chissà se riuscirò mai a rimediare? 
La lontananza dal computer mi ha permesso però di terminare la lettura del libro che sto per recensirvi, che si prolungava ormai da troppo, troppissimo tempo!
Bene, allora se non vi dispiace metto da parte le chiacchiere e inizio a parlarvi un po’ di questo bellissimo libro, che ne dite? Vi avviso in anticipo che non vi scriverò la trama, visto che l’ho riportata già molte volte qui sul blog. Troverete parte della trama anche nel mio commento al libro.



Casa editrice: zero91
Pagine: 271
Prezzo: 17,00


Voto:

Recensione:

“Il mistero dei libri perduti” è un libro che difficilmente si dimentica e ancor più difficilmente non verrà apprezzato dai lettori. Una favola moderna, ma al contempo vecchio stile, che avvince e cattura sia grandi che piccini.

Tea Reali è un’aspirante scrittrice che, come molti, spera di vedere pubblicata la sua storia. Spedisce il suo dattiloscritto a diverse case editrici e infine le viene dato un appuntamento con la Wizard Edizioni. Ma l’editore non è esattamente quello che sembra… Fuggendo dalla Wizard e dal suo losco proprietario, Tea si ritrova in un mondo fantastico e sconosiuto, Büchenland, dove i libri non sono strumenti di svago e fonte inesauribile di conoscenza, ma vengono utilizzati come mattoni per costruire abitazioni, mobilia, tendaggi e accessori di ogni genere. Büchenland è un mondo abitato dalle creature più disparate: troll, gnomi, folletti, ninfe, centauri… a dispetto delle loro magiche sembianze però, la magià è stata bandita per sempre da Büchenland, estirpata da Morten il Nefasto, che semina ignoranza nel mondo per impedire ai suoi abitanti di risvegliarel’antica e potente sovrana Wakandha, portatrice di pace e armonia. Nessuno conosce più l’antica arte della scrittura e della lettura a Büchenland, tanto che le lettere stampate sui libri che i troll utilizzano per le loro costruzioni vengono scambiate per decorazioni. Solo Wakandha ha il potere di risollevare gli animi dei suoi fedeli sudditi, e contrastare Morten, ma giace addormentata nella Cascata Parlante. Secondo la profezia, solo un’umana giunta a Büchenland per caso può spezzare il sonno profondo della sovrana e riportarla a nuova vita, e sarà proprio Tea Reali a dover affrontare questo compito. Accompagnata dal fedele e simpatico troll Adelindo, Tea viaggerà in lungo e in largo e affronterà innumerevoli pericoli per aiutare Büchenland a detronizzare per sempre Morten e i suoi terribili servitori. Nonostante la sua scetticità iniziale, Tea troverà nuovi ed indimenticabili amici a Büchenland, amici che nel suo mondo poteva trovare solo nei suoi amati libri e che le regaleranno emozioni uniche ed indelebili.

La storia è avvolta in un’atmosfera fiabesca e fantastica, carica di suspense e di avventura. Si tratta di una fiaba facilmente assimilabile a “La storia infinita” di Michael Ende o a “Stardust” di Neil Gaiman non tanto per i contenuti, quanto per la calda ed avvolgente carica favoleggiante che accomuna questi tre libri. La storia è adatta sia ad un pubblico adulto, che vi ritroverà gli elementi tipici delle fiabe ascoltate nell’infanzia, sia ad un pubblico più giovane, che apprenderà da queste pagine valori quali l’amicizia, lo spirito di squadra, nonchè l’importanza della cultura e della conoscenza.
Miriam Mastrovito è riuscita con la sua semplicità a creare una storia interessante sotto molteplici punti di vista, mai noiosa e sempre coinvolgente, affrontando, nonostante la semplicità apparente, tematiche importanti e profonde.
Tea Reali è una giovane donna che ama la lettura e la cultura che da essa deriva, sogna un mondo all’altezza delle sue aspettative, ma il mondo di oggi non valorizza nè la cultura nè dà spazio agli scrittori emergenti che tanto sperano di veder realizzati i propri sogni. La stessa cosa accade a Büchenland, dove i libri servono solo per costruire. Eppure quegli stessi libri che giacciono nelle carriole dei troll in attesa di essere incollati tra loro per creare scrivanie, palazzi fantastici e quant’altro, sono da sempre gli unici veri amici di Tea… In una società dove un lettore e un appassionato di letteratura di rado trovano spazio, la giovane scrittrice tenta di farsi sentire, ma quasi nessuno la ascolta. A Büchenland tuttavia troverà amici in carne ed ossa che sapranno offrirle tutto quello che i suoi simili non hanno mai saputo darle. Adelindo si dimostrerà un fedele compagno di avventure, così come tutti gli animali della foresta e i suoi strambi abitanti.
Tutti i personaggi sono ben disegnati, i loro caratteri sono accentuati tanto da renderli quasi caricaturali, mai noiosi e sempre interessanti.
E’ una storia che insegna a non arrendersi mai, a credere nelle proprie capacità e che permette al lettore di trovare nuovi e profondi significati nell’amicizia, nella fede e nell’amore. Consigliato a tutti coloro che credono fermamente che…

Leggere è magia!