Il Riflesso dell’Anima # 10

Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

“Mamma” sussurrò Rannoch rannicchiandosi al suo fianco, “cos’è l’uomo?”
Bracken lo fissò con occhi seri.
“L’uomo? L’uomo è qualcosa che devi sempre temere.”
“Ma perchè devo temerlo?” chiese Rannoch.
“Perchè, mio tesoro” rispose lei ricordando l’antica Tradizione che aveva appreso da piccola, “l’uomo è crudele e malvagio. Distrugge ogni cosa che tocca. Rende gli animali suoi schiavi e infrange tutte le regole della foresta. Perchè, Rannoch, è l’unica creatura che caccia senza averne bisogno.” 

 Il Portatore di Fuoco – David Clement-Davies
Annunci

Il Riflesso dell’Anima # 9

 Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

Se l’animo si distoglie dalle cose umane e si volge alle piante, agli animali, ai minerali, non è affatto un errore, come a volte si sente dire. Quell’atto può essere il segno di un puro sforzo di autoconservazione, il desiderio di prendere parte a un’esistenza superiore. Se le fontane si disseccano, si va al fiume. Là non è necessario credere: il prodigio è palese. Quando tutto è silenzio e le cose cominciano a parlare; pietre, animali e piante diventano fratelli e sorelle e comunicano ciò che è nascosto. Un arcobaleno invisibile circonda quello visibile.
Ernst Junger

Che ne pensate?

Il Riflesso dell’Anima # 8

Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.
 Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

 

  
Siamo pervase dalla nostalgia per l’antica natura selvaggia. Pochi sono gli antidoti autorizzati a questo struggimento. Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio. Ci siamo lasciate crescere i capelli e li abbiamo usati per nascondere i sentimenti. Ma l’ombra della Donna Selvaggia ancora si appiatta dentro di noi, nei nostri giorni, nelle nostre notti. Ovunque e sempre, l’ombra che ci trotterella dietro va indubbiamente a quattro zampe.

Donne che corrono coi lupi – Clarissa Pinkola Estès

Che ne pensate?

Il Riflesso dell’Anima # 7

Bentornati nella mia Foresta Incantata!

Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

Molte donne sono sensibili come la sabbia è sensibile all’onda, come gli alberi lo sono alla qualità dell’aria, come una lupa può percepire un’altra creatura che a un chilometro di distanza si addentra nel suo territorio. Lo splendido dono delle donne così “accordate” è di vedere, sentire, percepire, ricevere e trasmettere immagini e idee e sensazioni con la velocità di un lampo. Per lo più, le donne riescono a percepire il minimo cambiamento di umore negli altri, sanno leggere sui volti e sui corpi – e spesso in una pletora di piccolissimi indizi che si fondono per confermarle che sa che cosa avviene nella testa degli altri. Per usare tutte queste doti selvagge, le donne restano aperte a tutto. Ma questa apertura rende i loro confini vulnerabili, esponendole alle ferite dello spirito.

Clarissa Pinkola Estés – Donne che corrono coi lupi

 Che ne pensate?

Il Riflesso dell’Anima # 6

Bentornati nella mia Foresta Incantata!

Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

I popoli germanici ritengono perfino che vi sia qualcosa di sacro nelle donne, e che abbiano il potere di prevedere gli eventi futuri. Il loro consiglio, pertanto, è sempre ascoltato; vengono consultate spesso, e i loro responsi sono giudicati oracolari.

                                                                                                                                 Germania, Tacito

Voi cosa ne pensate?

 

Il Riflesso dell’Anima # 5

Bentornati nella mia Foresta Incantata!

Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

“Ci sei già passata, Bell. Ricordi quando mi raccontavi che vagavi per i boschi da bambina? Te la facevi sotto dalla paura, ma andavi lì tutta sola, alta come un soldo di cacio, raccoglievi bacche, ti arrampicavi sugli alberi e scovavi nidi di uccelli, e poi tornavi a casa coperta di morsi di insetto e di muschio. E ti piaceva da morire. E’ questo che ti ha resa la nostra bellezza artica, insensibile al freddo e temuta dalle zanzare. Non sei contenta di non essere rimasta attaccata alla sottana della nonna a rammendare calzini e sfornare pan di zenzero?”
“Chi è che rammenda calzini?”
“Le ragazze su cui nessuno racconta mai delle storie”.

      La collezionista di cose perdute – Alexis M. Smith

Voi? Che ne pensate?

Il riflesso dell’anima # 4

Bentornati nella mia Foresta Incantata!

Il Riflesso dell’Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un’immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l’una dall’altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:

“… aveva visto recentemente forme di vegetazione sconosciute. Le sarebbe piaciuto esaminarle più da vicino. Tutte le donne erano interessate alla vita vegetale sconosciuta. Significava acquisire nuove conoscenze, ed era essenziale per l’immediata sopravvivenza. Saper esaminare la vegetazione sconosciuta rientrava nell’eredità di ogni donna…”

Ayla figlia della Terra – Jean M. Auel

Voi? Che ne pensate?