Teaser Tuesday # 57: “Il bosco di nessuno di voi” di Federico Pagliai

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^
Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:
– il libro che stai leggendo
– una pagina aperta a caso
– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
– rivelare autore e titolo del libro

Questa settimana sto cercando di ultimare la lettura di questo librro delicato e fiabesco, “Il bosco di nessuno di voi” di Federico Pagliai, che spero di recensirvi molto presto! In attesa della recensione dunque, ecco qui il mio estratto di oggi:

“Trattenni le parole. Scelsi il silenzio. Non avevo mai pensato al fatto che il vento può travolgere ogni cosa, pettinare i pendii, modellare terre e nevi, ma non potrà mai scalfire una stella. Anzi, più soffia forte più finisce per renderla vispa e luminosa. Non succede forse così nelle notti di tramontana, con il cielo che pare un sipario ravvivato da migliaia di mirtilli luminescenti? Il vento toglie loro la polvere, le rende lucide, vibranti di luce, tremolanti di vita. Chissà, forse vorrebbe spazzare via anche loro, ma non sa che più si arrabbia e più quelle brillano. Ironia delle ironie, il vento, per nascondere a se stesso il suo fallimento, deve calmarsi.”
(pag.32)
 
Quale libro state leggendo?
Annunci

Teaser Tuesday # 56: “La straniera” di Diana Gabaldon

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^
Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:
– il libro che stai leggendo
– una pagina aperta a caso
– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
– rivelare autore e titolo del libro

Come vi ho già detto ieri in Settimana Stregata, questa settimana sto leggendo “La straniera” di Diana Gabaldon, un libro che mi sta appassionando e catturando pian piano. Eccovi un estratto:

“A quanto dicono Dougal e la signora Fitz, ve la cavate molto bene, come guaritrice”, osservò Colum in tono da conversazione, infilando il dito nella rete della gabbia. Evidentemente abituato al gesto, un piccolo zigolo grigio si tuffò in volo e gli atterrò esattamente sul dito, a cui si aggrappò con le minuscole zampine, allargando appena le ali per mantenersi in equilibrio. Colum gli accarezzò teneramente la testolina con l’indice calloso. Mi chiesi come mai la sua pelle fosse così indurita, intorno all’unghia: sembrava poco probabile che si dedicasse ai lavori manuali.
Mi strinsi nelle spalle. “Non ci vogliono grandi capacità per medicare una ferita superficiale.”
Sorrise. “Forse no, ma di certo ce ne vogliono per farlo al buio pesto sul ciglio della strada, no? Inoltre la signora Fitz dice che avete aggiustato un dito rotto al suo figlioletto e che stamattina avete anche medicato la scottatura di una sguattera.”
(pag.127)

Teaser Tuesday # 55: “L’uomo che parlava con i lupi” di Shaun Ellis

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^

Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:

– il libro che stai leggendo

– una pagina aperta a caso

– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler

– rivelare autore e titolo del libro

Dopo la lettura di “La via del lupo” di Marco Aurelio Ferrari, che vi recensirò sul blog questa settimana, ho deciso di rimanere un po’ nell’ambito, e mi sono dedicata alla lettura del libro scritto da Shaun Ellis, l’uomo che vive con i lupi. Eccovi dunque un estratto del suo libro:

Ma la cosa più dura fu riadattarsi agli uomini. Il mondo dal quale provenivo, e al quale sentivo di appartenere, era semplice ed equilibrato. Non c’erano inganni, malizia, crudeltà gratuita- Ogni cosa era fatta per motivi che tutti comprendevano e, sebbene i lupi potessero essere violenti o aggressivi per difendere ciò che era loro, possedevano anche un lato gentile e premuroso e si prendevano cura l’uno dell’altro con grande tenerezza. Per quegli animali ciò che contava maggiormente era tenere la famiglia sicura e ben nutrita, e nel contempo rispettare le creature con cui condividevano il loro mondo. Uccidevano per mangiare, mai per divertimento, e solo lo stretto necessario. Molti uomini, al contrario, danno tutto per scontato. Sono avidi, egoisti e saccheggiano la terra come se fossero l’unica specie che conta. E una gran parte della nostra società è pericolosa, cinica e insensibile.

(pag.149)

Qual è il vostro estratto di oggi?

Teaser Tuesday # 54: “Spiderwick – Le cronache” di Tony Di Terlizzi e Holly Black

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^
Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:
– il libro che stai leggendo
– una pagina aperta a caso
– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
– rivelare autore e titolo del libro

Questa settimana ho iniziato una saga che desideravo leggere da anni, e cioè “Spiderwick – Le cronache”. Eccovene un estratto:

“Perchè hai quella stupida espressione sulla faccia?”
“Sono… sono…” Il ragazzino non trovava le parole. Non poteva spiegare ciò che vedeva. Tese la mano, con il palmo in alto, e osservò sbalordito una delle minuscole creature alate che si posava sul suo dito. Due piedini leggeri gli solleticarono la pelle del polpastrello, mentre la fatina levava su di lui due occhioni scuri.
“Jared” lo incalzò impaziente sua sorella.
Al suono della voce, la fatina prese il volo e Jared la guardò salire a spirale verso le foglie di quercia. Le macchi edi sole che filtravano fra gli alberi cominciavano a tingersi di arancione. Più avanti il torrente si allargava, correndo sotto i resti di un ponte di pietra. Mentre si avvicinavano alle rovine, Jared aveva la sensazione di essere osservato, ma non c’era traccia di goblin per il momento.
 
(Pag. 128)
 
Qual è il vostro estratto di oggi?

Teaser Tuesday # 52: “La Terra delle Storie – L’Incantesimo del Desiderio” di Chris Colfer

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^
Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:
– il libro che stai leggendo
– una pagina aperta a caso
– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
– rivelare autore e titolo del libro

Sto portando a termine la lettura de “La Terra delle Storie – L’Incantesimo del Desiderio” di Chris Colfer, eccovi qua l’estratto:

Alex gridò: “Aspetti!” con le mani che le coprivano il volto, disse: “Glielo deve!”
La strega tornò alla sua forma più piccola. “Glielo devo?” domandò.
“Certo, non è così che funziona?” disse Alex. “Le ha dato un’idea, e ora lei deve ricompensarlo con un desiderio!”
“Un desiderio?” chiese la strega.
“Un desiderio?” chiese Conner.
Alex annuì con decisione. La strega sbuffò.
“Sì, l’Assemblea Felici e Contenti ha appena emanato una nuova legge” disse Alez improvvisando. “Tutte le streghe a cui vengono regalate delle buone idee devono ricambiare il favore esaudendo un desiderio”.
 
(Pag. 137)
 
Qual è il vostro estratto di oggi?

Teaser Tuesday # 51: “Un altro giro di giostra” di Tiziano Terzani

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^

Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:

– il libro che stai leggendo

– una pagina aperta a caso

– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler

– rivelare autore e titolo del libro

L’estratto di questa settimana è tratto dal libro “Un altro giro di giostra” di Tiziano Terzani:

E io? Ero davvero un realista e basta? O ero in mezzo al guado: da un lato, convinto che il realismo della ragione non mi bastava più; dall’altro con la paura di quello che Michael chiamava misticismo e spiritualità fossero concetti ambigui, senza criteri validi per tutti, privi di riferimenti comuni, per cui soggettivi e parziali. Mi pareva di camminare su un terreno scivoloso. A volte il solo suono di parole come “energia”, “vibrazioni” mi faceva attorcigliare le budella. Eppure, anche io cominciavo a sentire che c’era dell’altro, che bastava guardare le cose da un diverso punto di vista e tutto quadrava: quella malattia era venuta per insegnarmi qualcosa, io stesso avevo avuto bisogno di percorrere il cammino del labirinto per avvicinarmi al mio centro, per dedicarme a cose che prima non avrei neanche immaginato. Non era in fondo proprio quello che sentivo istintivamente di dover fare per affrontare, gestire, convivere col mio malanno? 

(pag.282)

Che ne pensate? Qual è il vostro estratto di oggi?

Teaser Tuesday # 50: “L’arte di ascoltare i battiti del cuore” di Jan-Philipp Sendker

Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco ^^

Eccomi di nuovo qui, a pubblicare un post di questa carinissima rubrica. Prima di cominciare, ricordo a tutti gli ingredienti che la costituiscono:

– il libro che stai leggendo

– una pagina aperta a caso

– copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler

– rivelare autore e titolo del libro

Questa settimanasto finendo di leggere un libro che mi ha colpito molto e di cui troverete presto la recensione. Sto parlando de “L’arte di ascoltare i battiti del cuore” di Jan-Philipp Sendker. Il mio estratto di oggi è questo:

Era giunto sulla via principale e la prima cosa che lo colpì fu il battito incessante che lo circondava da ogni parte. Erano i cuori della gente che gli passava accanto. Con meraviglia si accorse che non c’era un cuore che batteva uguale all’altro, così come non esistono due voci identiche. Alcuni battevano limpidi e leggeri come voci di fanciulli, da altri scaturiva un suono simile al martellare selvaggio di un picchio. Qualcuno ricordava il pigolare concitato di un pulcino, altri vibravano in modo così quieto e regolare da ricordargli l’orologio a pendolo che Su Kyi caricava ogni sera a casa dello zio.

(pag.135)

Che libro state leggendo? Qual è il vostro estratto di questa settimana?